Ecco cosa succederà alla tua azienda se non inizi subito a Delegare

Delegare

Quando ti ritrovi a gestire l’azienda ci sono vari pericoli in agguato che possono minacciare il suo futuro.

Non è mai un caso se un’azienda salta e l’altra no. C’è sempre una ragione, che in questo articolo chiamerò trappole.

Parlo di trappole perché si tratta di pericoli inaspettati, che l’imprenditore non è in grado di prevedere, o che agiscono nel silenzio, all’oscuro del titolare.

La trappola dell’imprenditore-eroe

La trappola dell’imprenditore-eroe è la più insidiosa perché, non solo sembra innocua, ma si camuffa anche da medaglia.

Ossia a te sembra di fare tutto ciò che dovrebbe fare da bravo imprenditore, un eroe, un guerriero infaticabile che notte e giorno picchia duro per la sopravvivenza della propria azienda.

Ma poi ti accorgi che la realtà non ripaga questo eroismo. I numeri non migliorano e non ne capisci il motivo.

Questo succede se leghiamo tutto il funzionamento della nostra impresa al nostro intervento diretto. Cioè alla nostra presenza.

C’è una lamentela? “Un attimo chiamo il titolare.”
C’è un cliente? C’è bisogno di noi.

Non funziona lo scarico del cesso? Squilla il nostro cellulare.

Se ti ritrovi in questa situazione allora abbiamo un grosso problema:

“La tua azienda può crescere fino al tuo massimo livello di incasinamento.”

Cioè, in questa situazione, paradossalmente, le tue energie sono il più grande limite della tua impresa.

In questa situazione, se stai due giorni di seguito a letto malato, la tua azienda smette di funzionare, è completamente paralizzata.

E in più, sei anche costretto a sbatterti tra dipendenti lavativi, clienti arroganti e fornitori pseudo-mafiosi.

Ed è questa la terribile Trappola dell’imprenditore-eroe 

1) Il Titolare si occupa delle vendite: l’imprenditore è quello che più ne sa e
quindi quello che deve gestire gli aspetti più delicati nei rapporti con i
clienti. Senza di lui non si fanno gli affari seri.

2) Solo l’imprenditore può dare quelle cose: i clienti percepiscono che
l’imprenditore è il migliore dello staff, quindi pretendono continuamente di
poter parlare con lui nella convinzione che solo lui possa risolvere il loro
problema.

3) È l’imprenditore ad interfacciarsi con il cliente: l’imprenditore spende
tempo a svolgere il lavoro che dovrebbe fare la segretaria o un semplice
venditore invece di svolgere quelle attività necessarie all’automatizzazione
dell’azienda.

E una volta che sei incappato in questa trappola cosa succede?

Che la tua azienda non può più crescere perché si verificano questi 3 Sintomi:

1. Gli affari rallentano quando non ci sei.

2. I clienti si rivolgono a te quando qualcosa va storto.

3. L’azienda ha raggiunto un tetto di ricavi, al di sopra del quale non riesce ad andare.

Questi sono i segnali che sei incappato nella trappola dell’imprenditore-eroe.

E molto probabilmente, se non riesci ad uscire in tempo da questa trappola, la tua azienda non resisterà a lungo.

Decine di aziende falliscono ogni giorno perché sono troppe legate alle energie del
titolare.

Se i denti di questa trappola stanno stringendo le carni della tua azienda, allora dobbiamo estrarli e salvarla, prima che sia troppo tardi.

L’unico modo per uscire dalla Trappola

L’unico modo per uscire da questa trappola, è quello di trovare il modo di slegare la tua azienda dalla tua fatica e dal tuo sudore quotidiano.

E il primissimo passo per farlo, è quello di delegare ad altri le rotture e le attività di routine che non servono a far crescere la tua azienda.

Penso che siamo cresciuti tutti avendo davanti agli occhi l’immagine dell’imprenditore-eroe che deve soffrire tutte le rotture e tutte le lamentele di fornitori, clienti e dipendenti.

Forse poteva essere così una volta, ma oggi l’azienda ha bisogno di te come imprenditore che si occupa della sua crescita, non come dipendente che gestisce le rogne.

Non ti sto dicendo che devi smettere di lavorare o che devi passare la giornata sul divano, delegando la tua azienda a qualcuno di cui non ti fidi.

Possiamo anche lavorare tutto il giorno, l’importante è farlo per attività che davvero aumentano il valore della nostra azienda.

Il nostro obiettivo, quindi, è quello di evitare che tu passi tutto il tempo a fare attività che sono sì importanti, ma che può svolgere un qualsiasi dipendente, e che magari ti fanno schifo pure.

A me per esempio mi fa schifo la contabilità, e preferirei un calcio nei testicoli piuttosto che un’ora a contatto con quella roba.

Molto spesso evitiamo di Delegare delle attività per 2 motivi principali:

1) Ci sembra di perdere più tempo a spiegarle che a farle personalmente.

2) Ci sembra che i nostri dipendenti creino problemi invece di risolverli.

Da più di 16 anni aiuto gli imprenditori a creare velocementeSistemi Simpness per la propria azienda, ossia istruzioni eseguibili anche da una scimmia.

Grazie a questi sistemi i miei clienti riescono a costruire l’azienda che desiderano, ossia un’azienda in crescita e senza rotture di scatole inutili.

Un’azienda che funziona perfettamente anche quando loro sono in malattia, anche quando si dedicano ad un altro business, anche quando si stanno dedicando alla progettazione e alla costruzione del Marketing.

In particolare il mio laboratorio principale per fare tutto questo, è il corso Simpness.

Se non ne hai mai sentito parlare, allora ti suggerisco di dare un’occhiata a questo link:

http://simpness.com/corso/

Piernicola De Maria
 
Creatore di Simpness